ROBOT-BURGER

SI CHIAMA CREATOR ED E' IL ROBOCOP DEGLI HAMBURGER

Autore: Geremia Cozza - 03/05/2020

Burgers robotizzati a San Francisco

L’estate scorsa a San Francisco ha aperto uno dei ristoranti più innovativi al mondo. Un vero Burger Joint ma dove in cucina non ci sono cuochi bensì un’unica potente macchina: CREATOR.

Creator è un “robot tapis-roulant” dove il Burger Bun scorre su un nastro e, a seconda dei gusti del cliente, viene guarnito con salse, verdure, formaggio e seasonings più disparati.

In menù ci sono ben 9 Hamburger, più un’infinità di varianti se scegliete l’opzione Build-Your-Own.

Nonostante i 7000 componenti, i 350 sensori, i 20 computer e i 50 meccanismi attuatori, Creator però non fa a meno dei suoi amici Umani.

Nel ristorante è presente anche personale di sala volto alla presa degli ordini e alla consegna al tavolo dei Burgers robotizzati.

Anche se i produttori garantiscono che, dal punto di vista economico, il robot occupa meno spazio di una cucina, riduce i costi di produzione e permette di investire di più sulla qualità dei prodotti mantenendo i prezzi dei panini relativamente bassi (dai 6 ai 9 dollari).

8 anni e 20 milioni di Dollari

Che dire, la curiosità di provare un Hamburger di Creator è tanta. Il progetto per portare alla luce il progetto, ha richiesto 8 anni di lavoro ed un’investimento di qualcosa come 20 milioni di dollari.

Di certo, nel mio prossimo viaggio in California non mancherò di assaggiare una di queste prelibatezze hi-tech.

Nel frattempo non so proprio se Creator rivoluzionerà il mondo del fast-food. Per il momento proporrei un Nobel agli ideatori, che sono riusciti a convincere i Business Angels della Silicon Valley a sganciare 20 milioni per un Robot-Burger!

Autore
Geremia Cozza

Business Developer & True Burger Lover.
Dal 2015 CEO di Pancake, ristorante ad Imola punto di riferimento per gli amanti degli Hamburger in Emilia-Romagna.